fare e conservare succo di melograno

Come fare il succo di melograno e conservarlo

Le cose fatte in casa, si dice solitamente, sono più buone e salutari specialmente se si tratta di frutta. Le possibilità di realizzare succhi in casa sono infatti svariate, grazie anche a una serie di nuovi strumenti facendo che ne facilitano la preparazione. Oppure si possono realizzare anche con i vecchi strumenti, come ad esempio il classico spremiagrumi.

Il succo di melograno in particolare è dotato di elevate proprietà salutari per il nostro corpo.

Scopriamo quindi come fare il succo di melograno e come conservarlo.

Come fare il succo di melograno

Il melograno è un frutto originario della Persia importato dai Romani, con varie proprietà benefiche. Un tempo la corteccia veniva utilizzata per le sue proprietà disinfettanti, astringenti e antiemorragiche.

Oggi è il succo di melograno ad essere utilizzato per proteggere il cuore dai danni del colesterolo e del diabete. Il succo di melograno infatti contiene delle sostanze antiossidanti che proteggono l’organismo. È un vero e proprio concentrato di vitamine utili per contrastare l’invecchiamento delle cellule, e l’azione dei radicali liberi.

Oltre a svolgere un’azione positiva per il corpo questo succo ha anche un gusto piacevole ed è rinfrescante.

Scopriamo come fare il succo di melograno.

Il succo si ottiene dalla spremitura dei chicchi e si caratterizza per un alto contenuto di flavonoidi, contrastando l’invecchiamento precoce dell’organismo.

Il modo più semplice per fare il succo di melograno è quello di utilizzare lo spremiagrumi, una soluzione semplice ed economica. Basta tagliare a metà il frutto e spremerlo come si è soliti fare ad esempio con le arance. Dopo di ciò potete versarlo in un bicchiere e berlo subito.

Un altro metodo sempre efficace ma più laborioso è quello di usare il passaverdure. In questo caso dovete sgranare il melograno. Può essere utilizzato anche lo schiaccia patate. Con tale metodo i chicchi vengono spremuti con questo attrezzo. Vi consigliamo pertanto di utilizzare un colino per filtrare il succo.

Per ottenere un perfetto succo di melograno ovviamente sono più efficaci i metodi che si avvalgono di strumenti elettronici. Se possedete ad esempio un estrattore dovete prima sgranare il frutto e poi inserire i chicchi all’interno dell’estrattore. In pochi secondi il vostro succo sarà pronto per essere gustato.

Un altro metodo indubbiamente efficace è quello di estrarre il succo con il bimby o con un frullatore. Dopo aver versato i chicchi bisogna farli frullare per circa 30 secondi. Anche in questo caso bisogna il filtrare il succo con un colino, per eliminare eventuali residui di semi.

Come conservare il succo di melograno

Solitamente una volta estratto il succo di melograno è preferibile consumarlo subito. Tuttavia non sempre è così. Quindi vediamo come conservare nel modo giusto il succo di melograno.

Se il succo viene messo in una bottiglia di vetro chiusa in modo ermetico può essere tenuto in frigo fino a massimo 3 giorni. Può essere invece conservato fino a 3 mesi in freezer, mettendolo in dei bicchieri di plastica coperti con pellicola o in un contenitore. Ovviamente più passa il tempo e più il succo è soggetto a ossidazione, ciò vuol dire che perde buona parte delle sostanze preziose in esso contenute.

L’ideale è quindi di consumarlo al momento, se volete coglierne pienamente i benefici. Se si ha intenzione di berlo in giornata vi consigliamo di aggiungere qualche goccia di limone per contrastare l’ossidazione. Inoltre è preferibile sempre agitare la bottiglia prima di berlo.

Se invece avete del melograno e non volete preparare subito il succo potere in alternativa congelare i chicchi per utilizzarli quando vi servono e preparare il vostro succo quando lo desiderate.

Avatar

Aggiungi commento