riconoscere pancia gravidanza

Come riconoscere una pancia da gravidanza?

Come si capisce se una donna è incinta? Ecco gli indizi per riconoscere una pancia da gravidanza!

Aspettate un bimbo e volete sapere quando si comincerà a notare il pancione? Oppure una vostra amica ha una pancina sospetta e non sapete se è il caso o meno di farle le congratulazioni?

Riconoscere una pancia da gravidanza non è facilissimo, specialmente durante i primi 3 mesi, quando qualche chilo di troppo può essere benissimo confuso con un bebè in arrivo! Immaginatevi la scena: voi che chiedete quando festeggerete il lieto evento mentre in realtà senza volerlo avete appena fatto notare all’altra persona che è ingrassata… ARGH!

Onde evitare gaffe di questo tipo, ci sono alcuni piccoli dettagli che possono far distinguere a colpo sicuro una pancia in dolce attesa da una semplicemente gonfia. Scopriamoli insieme:

I primi mesi

Durante i primi mesi di gravidanza (all’incirca i primi 3) è davvero difficile capire se una persona sia incinta o meno. Questo è perché l’utero si trova ancora all’interno del bacino, quindi non è ancora “spuntato in fuori”.

La pancia durante le prime settimane di gravidanza quindi non è facilmente distinguibile da un momento di gonfiore o da qualche chiletto di troppo accumulato nei mesi. Il solo modo per capire se c’è in atto o meno una gravidanza è quello del test. Dall’esterno ovviamente le persone non possono capirlo se non vengono informate dalla diretta interessata. Questo è un bene per le future mamme che, scaramantiche o meno, ancora non se la sentono di svelare a tutti il loro piccolo segreto.

Da considerare anche che, a seconda del tono muscolare dell’addome, la pancia ci metterà più o meno tempo a farsi notare.

In generale però i primi 2 mesi sono di stasi per il fisico. Il ventre e il bacino non cambiano la loro forma o la posizione. Anzi, anatomicamente, l’utero non fuoriesce dal pube. Per cui il segreto può essere mantenuto finché lo si desidera. Ad ogni modo già verso il terzo mese di gravidanza si può cominciare a notare un leggero rigonfiamento, dovuto non tanto al bambino, quanto all’aumento di dimensioni dell’utero e al liquido amniotico.

Sempre in questo periodo spunta di solito uno dei segni inequivocabili della gravidanza, ovvero la linea alba (o nigra). Questa è una sottile linea che attraversa l’addome dall’alto in basso a partire dall’ombelico. Non si è ancora scoperto quale sia la sua utilità, ma se è presente si può essere certi che c’è un bambino in arrivo! Ovviamente non si tratta di un indizio “accessibile” a tutti, a meno che non siate in spiaggia!

A metà strada… (dal terzo mese in poi)

Dal terzo mese in poi la pancia gravida inizia ad avere dei cambiamento visibili. Vediamo cosa sucede anatomicamente: l’utero si ingrossa e si sposta più in alto, il che porta il pube di alcune donne a gonfiarsi. Tuttavia i mutamenti sono percettibili solo dagli occhi più clinici, per il resto si tratta ancora di lievi cambiamenti. Al di là del rilievo sotto la pancia non compare nulla, per cui se la donna non veste attillata difficilmente si noterà.

Superato il terzo mese diventa tutto più chiaro. Il feto inizia a crescere e il corpo si adatta alla nuova vita. Per cui la gravidanza diventa difficile da nascondere: il pancino tondo inizia ad essere visibile. Arrivate al quarto mese ormai comincia ad essere veramente difficile nascondere una gravidanza, che ormai è facilmente riconoscibile.

A seconda della conformazione fisica di una donna la pancia potrà essere più o meno grande, ma ci sono due indizi fondamentali che la caratterizzano: la durezza e il fatto di “tendere verso l’alto”.

UN INDIZIO IMPORTANTE: La pelle di chi ha semplicemente preso qualche chilo di troppo è tendenzialmente molle e priva di elasticità, mentre quella di una donna incinta appare ben tesa e tonica. Inoltre il grasso (brutto a dirsi!) cade inevitabilmente verso il basso, mentre la pancia di una donna incinta si espande in altezza. Questo è dovuto al fatto che l’utero comincia a crescere per fare sempre più spazio al bambino.

Dal settimo mese: verso il traguardo!

Dal settimo mese in poi non ci sono più dubbi: il pancione “esplode” in tutta la sua bellezza e non è più possibile fare gaffe ma solo complimenti per la futura mamma.

A questo punto la pancia diventa via via sempre più grande e comincia a sporgere anche in fuori. L’ombelico inoltre si fa più pronunciato e la postura diventa quella tipica di una donna incinta, che serve a bilanciare il peso del bimbo.

SCOPRI COS’E’ IL BELLY PAINTING: Kit di pittura per la pancia in gravidanza

Non credete alle dicerie popolari che vedono come indizio dell’arrivo di un maschietto o di una femminuccia una pancia a punta piuttosto che tonda. Ogni pancione è diverso dall’altro e la sua forma e grandezza dipendono esclusivamente da fattori come la conformazione fisica, l’età, il tono muscolare…

Nelle ultime settimane si può notare infine che la pancia comincia tendere verso il basso, segno che il bambino si sta mettendo nella giusta posizione per nascere. A volte si può persino notare la pancia che “si muove”: significa che il piccolo sta muovendo manine e piedini!

LEGGI ANCHE: Come cresce MESE PER MESE il pancione in gravidanza

Altre informazioni utili sulla pancia da gravidanza

Pure se il bambino cresce in salute, non è la dimensione della pancia a incidere sul cambiamento fisico. È l’utero che cambia posizione, gli altri organi si spostano per fargli spazio, e al contempo aumenta la quantità di liquido amniotico (che serve al bimbo per vivere).

Detto ciò, con le settimane che avanzano abbiamo visto che la posizione della pancia muta. La pancia di una donna è alta, anzi spesso proprio per questo motivo le donne accusano problemi allo stomaco in quando l’organo della digestione viene sospinto in modo anomalo verso l’alto dalla pancia che aumenta di volume e tende a posizionarsi in alto.

Questa posizione resta tale fino agli ultimi momenti della gestazione. Quando infatti sta per scadere il nono mese, la pancia torna nuovamente a scendere lentamente. Questo accade perché il bambino si mette in posizione e comprime verso l’uscita. Al cambiamento della posizione della pancia tutto gli altri organi iniziano a tornare nella loro posizione originaria.

LEGGI ANCHE: Si può mangiare lo zafferano (e altro) in gravidanza?

Inoltre come abbiamo visto una pancia da dolce attesa ha una consistenza differente rispetto alla massa grassa: la gestante è infatti molto tonica, mentre la pancia in sovrappeso è flaccida. Spesso il pancino sembra duro, o almeno le donne gravide così lo percepiscono.

La durezza pio essere ricondotta a diversi motivi. In primis può dipendere dalle contrazioni uterine che vanno e vengono e che sono simili a dei crampi. Un altro motivo può essere l’ipertono della pancia, che è una condizione di tonicità eccessiva, sintomo naturalissimo della gestazione, anche perché l’utero è pur sempre un muscolo.

Se la pancia risulta dura solo da un lato, può anche essere che il bimbo tenda a spingere con le sue manine o con i piedini. Se la donna ha la possibilità, deve fare caso agli eventuali spostamenti del feto, così da imparare anche dove lo si accarezza quando ci si tocca il pancino.

In caso di dolore per la troppa durezza meglio rivolgersi immeritatamente al proprio ginecologo, quantomeno per capire come procedere, consiglio valido ovviamente per qualsiasi questione che la futura mamma voglia approfondire.

 

Stando attenti a tutti questi dettagli non è quindi poi così difficile riconoscere una pancia da gravidanza. Auguri a tutte le future mamme!

 

Redazione

Redazione

Siamo la redazione di VitaVIP il portale che racconta in modo ironico e leggero il lifestyle dei VIP e delle persone normali.

Contattaci per informazioni, idee e collaborazioni!

Aggiungi commento